By | 13/04/2021
Come realizzare un bagno a misura di anziani e disabili

Anziani e disabili possono avere difficoltà a utilizzare il bagno autonomamente e in sicurezza, per questo è importante fare in modo che l’ambiente non presenti potenziali pericoli. Realizzare un bagno su misura per anziani e disabili non solo evita che si verifichino incidenti, ma da loro la possibilità di provvedere alla propria igiene personale senza l’aiuto di un’altra persona, salvo casi di disabilità grave. L’importanza dei bagni accessibili è riportata anche dal sito disabilinews.it, per fortuna, negli ultimi anni sono stati ideati sanitari e appositi ausili per il bagno, per agevolare la quotidianità di anziani e disabili. Vediamo cosa fare per realizzare un bagno su misura, tenendo in considerazione dimensioni, sanitari e accessori.

Dimensioni del bagno

L’ingombro di una carrozzina si aggira sui 70-75 cm che può arrivare a 150 cm se si considera una rotazione di 360°. È importante fare una valutazione anche degli spazi che precedono l’ingresso in bagno. Alcuni corridoi possono essere lunghi e stretti, rendendo possibile il passaggio, ma non la rotazione della carrozzina. L’ampiezza del corridoio deve essere sempre maggiore di 80 cm. La conformazione del bagno può essere di vario genere, quella che meglio risulta funzionale e rispetta la norma relativa l’abbattimento delle barriere architettoniche è a pianta quadrata o allungata. Un quadro dalle dimensioni di 200×200 permette di posizionare i servizi igienici quali vasca, lavandino, bidet e wc, lasciando possibilità di movimento al disabile. I servizi devono essere distanziati sempre in maniera opportuna, circa 80 cm se posti uno davanti all’altro. In caso di sviluppo in lunghezza, potrebbero esserci i sanitari posizionati in successione e la vasca in fondo all’ambiente. In questo caso, il bagno deve essere di circa 170×240 cm, misure sufficienti a dare spazio al passaggio con la sedia a rotelle e a installare i sanitari. Questi dovranno essere distanziati tra di loro di almeno 30-40 cm.

Arredi per bagno per anziani e disabili

Per rendere migliore l’arredamento del bagno per anziani e disabili, è necessario prendere alcuni accorgimenti. Partiamo dal lavandino, questo deve essere installato a un’altezza massima di 70 cm, in modo da poterlo utilizzare anche da seduti. Bisogna poi intervenire sui sanitari già installati nel bagno e decidere se sostituirli o adattarli. Se non si vogliono cambiare, è possibile utilizzare l’alzawater, un sedile rialzato per wc e bidet che permette alla persona disabile di sedersi e alzarsi senza sforzo. Ne esistono di due tipologie: i fissi che vengono installati sul wc senza possibilità di rimozione e quelli mobili, che possono anche essere spostati e trasportati. Se vuoi saperne di più e visionare alcuni modelli di alzawater in commercio, il sito Sollevatori WC offre alzawater per anziani e disabili. Se, si decide di acquistare dei sanitari nuovi, bisogna scegliere quelli appositi per anziani e disabili che, solitamente vengono installati a un’altezza maggiore dal pavimento, in modo da ridurre il dislivello tra carrozzina e wc. Anche doccia e vasca da bagno hanno bisogno di un occhio di riguardo se non sostituiti. Bisogna installare portelloni o sistemi meccanizzati che rendono più agevole l’entrata e l’uscita e aggiungere dei maniglioni d’appoggio. La soluzione migliore è comunque quella di optare per l’acquisto di vasche e docce per anziani e disabili, che già includono tutti gli accessori e gli accorgimenti necessari per la sicurezza della persona. Attenzione anche alla pavimentazione che dovrebbe essere antiscivolo e priva di qualsiasi ostacolo, come tappeti, asciugamani o altri oggetti. Infine, all’interno del bagno bisogna rimuovere tutte le barriere architettoniche e gli elementi che possono costituire un pericolo.  Ad esempio, si possono eliminare mensole e pareti arredi per installare supporti di appoggio in modo da assicurare una presa stabile e movimenti sicuri all’interno dell’ambiente.