By | 19/05/2021
Fare un impianto dentale fa male

Tutti gli interventi relativi alla propria bocca possono, in primo luogo, spaventare e essere fonte di ansia e preoccupazioni: specialmente quando si sente di dover sottoporsi a un impianto dentale ci si può domandare se esso possa fare male e non si hanno nozioni a sufficienza per valutare questa tipologia di intervento. In questo articolo andremo ad approfondire, facendo chiarezza, l’argomento relativo all’intervento di impianto dentale.

L’impianto dentale: tutto quello che c’è da conoscere

L’impianto dentale, conosciuto anche con il termine intervento implantologico, riguarda il posizionamento di una radice sostitutiva e artificiale laddove si abbia un dente perduto oppure che non si è mai sviluppato. Al giorno d’oggi, la tecnologia sempre più sviluppata ci permette di sottoporsi a questo intervento con altissimi livelli di sicurezza e professionalità da parte dei dentisti che lo svolgono. Per poter sottoporsi a questo intervento sarà necessario avere una buona parte e condizione del proprio osso mandibolare: in caso non fosse sufficiente, ci sono tecniche che possono permettere di integrarlo senza troppe preoccupazioni. L’età per poterlo fare è generalmente dopo i 18 anni, poiché si avrà la certezza che lo sviluppo mandibolare sia totalmente terminato.

L’impianto dentale fa male? Possono esserci complicazioni?

Grazie alle moderne tecnologie di cui si avvalgono i dentisti, l’intervento di impianto dentale è assolutamente indolore: per prima cosa, verrà somministrata l’anestesia necessaria per poter proceder con l’intervento. Nel caso in cui l’intervento sia di un solo impianto, basterà un’anestesia classica; nel caso in cui, invece, di debbano effettuare più impianti nello stesso intervento, sarà necessario recarsi in strutture adeguate e che venga somministrata l’anestesia per via endovenosa. La durata dell’intervento generalmente non supera i venti minuti, mentre nei casi più complessi possono ritenersi necessarie anche alcune ore. L’intervento non può causare rigetto, poiché i materiali utilizzati sono assolutamente biocompatibili. L’anestesia, oltre a permettere un decorso meno doloroso nel post operatorio, dovrà essere accompagnata anche ad alcuni giorni di riposo, in modo tale di dare tempo all’organismo di riprendersi dall’intervento: nel caso in cui ci siano dei fastidi o dei dolori, saranno più che sufficienti assumere dei comuni antidolorifici.

Per concludere, l’intervento di impianto dentale può essere svolto dal proprio dentista di fiducia oppure ci si potrà rivolgere a dei pronti interventi specializzati, in poco tempo e con tutte le accortezze necessarie per questa tipologia di intervento. Se siete alla ricerca di un pronto soccorso dentistico a Salerno, Unident Clinique è ciò che farà al caso vostro: dotati dei più rinomati ausili e strumenti tecnologici, garantiranno al vostro intervento la precisione e la sicurezza necessaria per avere successo nel vostro intervento, senza nessun dolore, e potrete finalmente tornare a sorridere e a mostrare i vostri denti belli e sani!