By | 07/08/2021
Organizzare il magazzino aziendale: ecco come ridurre gli sprechi e aumentare la produttività

In qualsiasi azienda, il magazzino è il centro nevralgico dell’attività: da esso infatti partono o passano moltissime operazioni e flussi, dallo stoccaggio e prelievo dei materiali, all’organizzazione delle merci e dei prodotti.


Per questo, l’organizzazione del magazzino aziendale è particolarmente importante, con una serie di accorgimenti e procedure per aumentare la produttività e ridurre gli sprechi, sia di tempo che di denaro.

L’importanza di una corretta gestione dell’inventario

Se hai la necessità di organizzare un magazzino, la gestione dell’inventario ha sicuramente un ruolo fondamentale. Dopo aver analizzato la tua gamma di prodotti, verifica quali sono quelli più richiesti e che quindi vengono maggiormente movimentati.

Parti dal database dei prodotti a tua disposizione ed analizza le operazioni registrate a cadenza quotidiana. Inoltre, associa un codice SKU a ciascuna delle unità da stoccare, al fine di avere sotto controllo ogni singolo elemento che entra ed esce dal magazzino.

Per aiutarti in questo compito puoi utilizzare un software dedicato per la gestione del magazzino., con cui potrai facilitare la suddivisione in categorie delle merci, tenere sempre sotto controllo le disponibilità e aiutare gli operatori a trovare gli articoli giusti in tempi più rapidi.

Un’analisi approfondita delle attività aziendali

A questo punto, devi acquisire la giusta conoscenza della tua attività aziendale. Studia ogni singolo comparto in maniera attenta e metodica e verifica tempi e costi di ciascuno.

Definisci con la giusta precisione le attività amministrative, dalla gestione di moduli e documenti al controllo della qualità, dalle riunioni interne all’assegnazione di ciascun lavoro.

Monitora anche i possibili spostamenti senza carichi e cura i movimenti delle merci da un luogo all’altro tramite sistemi orizzontali o verticali. Tra questi, il carico e lo scarico dei mezzi di trasporto sono molto importanti, così come tutto ciò che concerne la preparazione di ogni ordine. Se gestita in modo approssimativo, un’attività del genere comporta problemi economici e organizzativi non di poco conto

A questo punto, dovrai valutare in maniera orientativa i tempi che ti servono per portare a termine ciascuna attività. A tal proposito, ti suggeriamo di stilare una tabella collegata ai vari movimenti del magazzino.

Inoltre, analizza i risultati e studia nuove strategie da attuare, rimuovendo qualsiasi eventuale attività inutile. Con premesse di questo tipo, hai maggiori probabilità di limitare gli sprechi e incrementare la produttività.

Gestione del magazzino: meglio tradizionale o automatizzata?

Ora devi stabilire come gestire il tuo magazzino. Meglio utilizzare un sistema tradizionale o automatizzato? In entrambi i casi, puoi utilizzare numerose tecniche che possono risultare importanti per la tua attività.

Iniziando dal magazzino tradizionale, puoi scegliere tra sei modelli di gestione differenti:

  • la catasta prevede l’accumulo della merce in una pila singola;
  • la scaffalatura prevede il posizionamento dei prodotti in appositi scaffali laterali;
  • il modello drive in e drive through prevede lo stoccaggio e il prelievo della merce;
  • il sistema cantilever è ottimo per prodotti dalle dimensioni molto ampie;
  • il modello del magazzino compattabile non comporta l’utilizzo di alcun corridoio aggiuntivo;
  • la tipologia cassettiere e scaffalature, infine, va benissimo per merci più compatte.

Dall’altra parte, il sistema automatizzato ha preso sempre più piede. Numerose aziende hanno già deciso di evolvere il loro magazzino con questi sistemi avanzati di gestione, basato sull’interazione costante tra dipendenti e software. In questo caso, puoi scegliere tra il modello a pallet e il trasloelevatore, come spiegato in questo articolo.

Perché una corretta organizzazione del magazzino aziendale è fondamentale

Al giorno d’oggi, gestire il magazzino aziendale in maniera oculata è essenziale per tenere sotto controllo i costi e restare competitivi sul mercato.

Tutto ciò perché le merci risultano più ordinate ed accessibile e ciascun ordine può essere così preparato con maggiore velocità e un minore margine d’errore.

Come puoi notare, gli elementi menzionati permettono di migliorare la produttività: solo in questo modo il rendimento logistico può trarre notevoli giovamenti da ciascun movimento da te attuato.