By | 28/07/2020
Traduzioni dal norvegese all'italiano: alla scoperta della lingua norvegese

Le traduzioni norvegese italiano (approfondisci qui www.pierangelosassi.it) offrono interessanti opportunità ai traduttori alla ricerca di nuovi lavori. In particolare, è utile specializzarsi nella traduzione dei documenti ufficiali, per i quali gli enti pubblici del Paese nordico sono soliti utilizzare due forme scritte diverse tra loro: il Nynorsk e il Bokmål. Considerata la presenza di due lingue usate in contesti ufficiali, va da sé che un traduttore specializzato nelle traduzioni dei testi redatti in lingua norvegese è sicuramente più avvantaggiato rispetto a un traduttore che invece ha una semplice infarinatura della lingua parlata nella nazione norvegese. A seguire un breve approfondimento sull’argomento, con un capitolo a parte dedicato alla presentazione della lingua norvegese e un altro alle aree di specializzazione più proficue per le richieste di traduzioni norvegese italiano.

Prima di illustrare quali sono le aree tematiche per cui le traduzioni norvegese italiano sono più richieste, è utile offrire una rapida panoramica sulla lingua norvegese. Non tutti sanno che il norvegese non è parlato soltanto in Norvegia, ma anche nelle altre nazioni vicine: Svezia, Danimarca e perfino Islanda. Ciò è dovuto dal fatto che tutte e tre derivano da unico idioma, attribuibile ai vichinghi che abitavano i Paesi del Nord Europa durante il Medioevo. Rispetto all’islandese, il norvegese presenta una grammatica più semplice, anche se in comune (anche con lo svedese e il danese) hanno ciascuna la provenienza dalle lingue regionali. Nel caso specifico della lingua norvegese, si possono distinguere due rami, entrambi accettati e usati dagli enti pubblici (come già spiegato nell’introduzione): da una parte c’è il norvegese moderno, basato sulla creazione a tavolino avvenuta agli inizi del XIX secolo da parte del capo del movimento autonomo Ivar Aasen; dall’altra continua a essere parlato il danese norvegianizzato, precedente al norvegese moderno e conosciuto anche con il termine riksmål. Dovendo classificare la lingua norvegese per famiglie, il ceppo iniziale va individuato nelle lingue indioeuropee, per poi passare alle lingue germaniche, quindi a quelle scandinave e, infine, alle lingue scandinave occidentali.

Traduzioni norvegese italiano: le aree di specializzazione più richieste

Le principali aree di specializzazione richieste per le traduzioni norvegese italiano sono quelle appartenenti al settore commerciale, finanziario e amministrativo. In più, sono richieste anche traduzioni dalla lingua norvegese all’italiano (e viceversa) per i settori fiscali, legali e notarili. Si consiglia inoltre la specializzazione nei settori tecnico e medico. Scendendo più nel dettaglio, per chi vuole trovare nuove opportunità di lavoro traducendo il norvegese farebbe bene ad approfondire temi quali analisi di bilancio, certificati di cittadinanza, bilanci societari, rendiconti finanziari, certificati fiscali, newsletter aziendali, partenti di veicoli carte di circolazione, ecc. Non va nemmeno sottovalutato il fatto che la lingua norvegese si parli anche in altre tre nazioni: Svezia, Islanda e Danimarca. Questo offre un vantaggio considerevole, dal momento che è possibile rivolgersi a più committenti per offrire i propri servizi di traduzione dal norvegese all’italiano.